La nostra Storia
Giuseppe Cugge
Giuseppe Cugge (Pepin)

La nostra storia inizia ai primi del XIX secolo quando Giuseppe Cugge, detto Pepin, iniziò a distillare con i primi rudimentali alambicchi.

Allora non vi erano piantagioni ma si raccoglieva solo lavanda spontanea.

In estate quando la lavanda era in piena fioritura il Comune autorizzava la raccolta.

A quell’epoca le persone del posto, muniti di falcetti e teli di iuta, andavano a raccogliere la lavanda che poi portavano ai vari distillatori.

Pepin distillava usando piccoli alambicchi di rame da circa 50 chili di fiore detti “a testa di moro”.

Il figlio di Pepin, Giuseppe Cugge, detto Pippo, proseguì questa attività.

Rifornì l’olio essenziale anche alla Ditta Niggi, famosa per il marchio Lavanda Col di Nava.

In seguito Pippo per 100 lire acquistò l’alambicco della Ditta Niggi dalla capacità di circa 300 chili di fiore e non più in rame, ma in ferro, ed è così che si consolidò la Distilleria Cugge.